alla Filosofia Dialogica, Letteratura, Relazioni Internazionali, Scienze Interculturali, Diritti Umani, Diritto Civile e Ambientale, Pubblica Istruzione, Pedagogia Libertaria, Torah, Kabballah, Talmude, Kibbutz, Resistenza Critica e Giustizia Democratica dell'Emancipazione.



ברוך ה"ה







mercoledì 6 luglio 2011

Immigrati schiavizzati e poi "spediti". Tratta di essere umani,decine di arresti

Immigrati schiavizzati e poi "spediti"
Tratta di essere umani,decine di arresti

Un'organizzazione criminale di trafficanti di uomini che ha fatto arrivare clandestinamente in Italia migliaia di migranti per poi trasferirli in altri Paesi europei. Arresti in Lombardia, Emilia Romagna, Puglia, Abruzzo, Lazio e Calabria. I migranti arrivavano al sud, venivano schiavizzati e poi "spediti" in Europa



Tratta di esseri umani: arresti in tutta Italia

Dalle prime ore dell'alba, con il coordinamento della Direzione Nazionale Antimafia e delle Autorita' Giudiziarie di Bologna e Lecce, investigatori del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e delle Squadre Mobili di Lecce, Bologna e Ravenna stanno eseguendo decine di arresti, nell'ambito di indagini avviate nel maggio 2010, in seguito all'incremento dei flussi migratori irregolari verso il territorio italiano.



L'operazione, che si sta svolgendo in Lombardia, Emilia-Romagna, Puglia, Abruzzo, Lazio e Calabria, e' condotta nei confronti di trafficanti di uomini di prevalente origine afghana, pachistana ed indiana, ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina. Agli indagati e' stato contestato, anche, l'aver esposto i migranti a costante pericolo di vita. L'inchiesta ha consentito d'individuare, nel nostro Paese, l'attivita' di piu' cellule (operanti in particolare a Roma, Milano, Cremona, Bologna, Bergamo, Brescia, Teramo, Ascoli Piceno e Bari), emanazione diretta di una piu' ampia filiera criminale etnica con vertici operativi in Grecia ed in Turchia, dedite al traffico di uomini verso l'Europa.



I migranti giungevano a destinazione attraverso viaggi di piccole imbarcazioni verso le nostre coste meridionali nonche', tramite navi di linea, con destinazione i porti italiani dell'Adriatico. Gran parte dei migranti (pachistani, iracheni e afgani), dopo essere giunti sul territorio nazionale venivano trasferiti in numerosi Paesi del Nord Europa, quali Germania, Svizzera, Danimarca, Austria, Francia e Belgio dagli esponenti dell'organizzazione criminale.



L'operazione, realizzata in stretta sinergia con le Autorita' giudiziarie, s'inquadra in una piu' ampia azione strategica per individuare i protagonisti del traffico illecito di migranti verso il nostro Paese. I risultati conseguiti verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terra' presso la Direzione Nazionale Antimafia,a Roma, alle ore 11.00 di oggi, alla presenza del Procuratore Nazionale, Piero Grasso, del Procuratore di Bologna, Roberto Alfonso, del Procuratore di Lecce, Cataldo Motta, e degli investigatori.

fonte: http://affaritaliani.libero.it/

Nessun commento: