alla Filosofia Dialogica, Letteratura, Relazioni Internazionali, Scienze Interculturali, Diritti Umani, Diritto Civile e Ambientale, Pubblica Istruzione, Pedagogia Libertaria, Torah, Kabballah, Talmude, Kibbutz, Resistenza Critica e Giustizia Democratica dell'Emancipazione.



ברוך ה"ה







lunedì 10 ottobre 2011

Libertarias - English subtitles (1996 - Vicente Aranda)

Libertarias - English subtitles (1996 - Vicente Aranda) from Stuart Christie on Vimeo.



Nei giorni di apertura della rivoluzione spagnola a Barcellona, ​​milizia donne Pilar (Ana Belen) e Floren (Victoria Abril), sono uniti da ex prostituta Charo (Loles Leon) ed ex suora Maria (Ariadna Gil). Il film si apre con scene di militanti della classe operaia la demolizione e la masterizzazione di icone religiose, come gridano "abbasso il capitalismo!" e "viva la rivoluzione libertaria" Una giovane donna protetta, Maria si lascia trascinare nella confusione e euforia dei primi giorni della guerra civile spagnola, quando il suo convento è invasa da miliziani anarchici. Temendo per la sua vita, come lei crede che gli uomini significa farle del male, cerca rifugio nei vicoli della città, solo per essere dato rifugio in un bordello. Minuti più tardi, lo stesso edificio è preso d'assalto dalle milizie-donne, e la poppa Pilar affrontato. Quando il bordello è chiuso, Maria è lasciato senza un posto dove andare. Temendo per la sua sicurezza, lei resta a fianco Pilar, sperando che la donna più forte possibile il suo scudo dalle realtà di una guerra, e una rivoluzione sociale, non capisce. Nel corso del tempo si tratta di simpatizzare con gli anarchici che lei si è unito, fondendo le sue convinzioni di paradiso e il paradiso, con un desiderio anarchico di una società comune fondata sulla liberazione. Anche se completamente immerso nel generale entusiasmo rivoluzionario di Spagna, Pilar e amici si ritrovano lotta contro le disuguaglianze di genere profondo che complica i loro sforzi nella guerra contro le forze nazionaliste / fascista / cattolica di Francisco Franco. Che incontrano resistenze, anche all'interno del loro proprio "Free Women" (Mujeres Libres) organizzazione come una donna (chiaramente basato su Federica Montseny) cerca di convincerli a rimanere e lavorare nelle fabbriche di difesa, mentre gli uomini cercano di convincerli ad andare a lavorare come cuochi, non di prima linea soldati.

Nessun commento: