alla Filosofia Dialogica, Letteratura, Relazioni Internazionali, Scienze Interculturali, Diritti Umani, Diritto Civile e Ambientale, Pubblica Istruzione, Pedagogia Libertaria, Torah, Kabballah, Talmude, Kibbutz, Resistenza Critica e Giustizia Democratica dell'Emancipazione.



ברוך ה"ה







mercoledì 6 luglio 2016

ADDIO LUGANO BELLA (di Pietro Gori, 1895) voice of Milva



ADDIO LUGANO BELLA

(di Pietro Gori, 1895)

voice and interpretation of Milva

(italiano/inglese)

I

Addio Lugano bella o dolce terra pia
scacciati senza colpa gli anarchici van via
e partono cantando con la speranza in cuor
e partono cantando con la speranza in cuor

Goodbye beautiful Lugano, my sweet earth
expelled without guilt the anarchists go away
and start singing with hope into the heart
and start singing with hope into the heart

II

Ed è per voi sfruttati per voi lavoratori
che siamo incatenati al par dei malfattori
eppur la nostra idea è solo idea d'amor
eppur la nostra idea è solo idea d'amor

And it's for you exploited, for you workers
that we are chained like malefactors
but our mind is just idea of love
but our mind is just idea of love

III

Anonimi compagni amici che restate
le verità sociali da forti propagate
è questa la vendetta che noi vi domandiam
è questa la vendetta che noi vi domandiam

Unknown comrades, friends who stay here
social truths by brave spread
this is the revenge that we ask you
this is the revenge that we ask you

IV

E tu che ci discacci con una vil menzogna
repubblica borghese un dì ne avrai vergogna
noi oggi ti accusiamo in faccia all'avvenir
noi oggi ti accusiamo in faccia all'avvenir

And you who banish us with a cowardly lie
bourgeois republic one day will be ashamed
we now accuse you ahead the future
we now accuse you ahead the future

V

Scacciati senza tregua andrem di terra in terra
a predicar la pace ed a bandir la guerra
la pace tra gli oppressi la guerra agli oppressor
la pace tra gli oppressi la guerra agli oppressor

Driven relentlessly, we walk from land to land
to preach peace and to banish war
peace for the oppressed, war to the oppressors
peace for the oppressed, war to the oppressors

VI

Elvezia il tuo governo schiavo d'altrui si rende
d'un popolo gagliardo le tradizioni offende
e insulta la leggenda del tuo Guglielmo Tell
e insulta la leggenda del tuo Guglielmo Tell

Helvetia your government makes itself a slave to others
and traditions of a proud people offends
insulting the legend of William Tell
insulting the legend of William Tell

VII

Addio cari compagni amici luganesi
addio bianche di neve montagne ticinesi
i cavalieri erranti son trascinati al nord
I cavalieri erranti son trascinati al nord

Farewell dear fellows and friends of Lugano
goodbye white snow mountains of Ticino
the errant knights are dragged to the north
the errant knights are dragged to the north

*
*

___________________________________

La più celebre fra le canzoni anarchiche italiane fu composta nel 1895 da Pietro Gori sulle note di un anonimo brano musicale della tradizione popolare toscana, "Addio a Sanremo" . La vicenda narrata nel testo è autobiografica: l'autore venne infatti espulso, insieme ad altri dodici compagni, dalla vicina Svizzera, dove erano rifugiati politici e gli stessi esuli la cantarono per la prima volta sotto le pensiline della stazione di Lugano, in attesa di partire per una nuova "patria". In realtà ne esistono due differenti versioni, questa è quella ufficiale, l'altra, vergata dal Gori medesimo in punto di morte, è oggi conservata fra i manoscritti dell'archivio storico del comune di Portoferraio (LI) ma le diversità sono assolutamente marginali.

___________________________________







Nessun commento: